top of page

Agroecologia e resilienza

Il concetto di agroecologia

L’agroecologia è definita dalla FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) come una scienza che studia le componenti di un agroecosistema e il modo in cui interagiscono tra di loro. È un concetto che include conoscenze del campo della biologia, dell'ecologia, dell'agronomia e anche delle scienze umanistiche. L’agroecologia propone una serie di pratiche agricole sostenibili utilizzate ai fini della produttività, il fatto che siano definite come “sostenibili” implica che presentino un impatto moderato o ridotto sull’ambiente circostante e che non mettanno a rischio le risorse naturali future.

In questo senso, l’agroecologia è un concetto strettamente legato alla conservazione della biodiversità, in quando tende a preservare le componenti biotiche dell’ambiente agricolo garantendo l’autoregolazione verso l’equilibrio dell’agroecosistema. In una catena, l’agroecologia conserva la biodiversità, primo baluardo per una risposta al cambio climatico in agricoltura. 

Cos'è la resilienza?

Per resilienza, nell’ambito ecologico, si intende la capacità di un ambiente o di un ecosistema di recuperarsi a eventi di perturbazione, in altre parole significa la tendenza della natura a raggiungere nuovamente una fase di equilibrio dopo aver subito un evento di stress. La salute di un ecosistema dipende dalla ricchezza di specie che lo compongono, un maggior numero di organismi atti ad un compito preserverà la stabilità del sistema, ove la scomparsa di una componente sarà sopperita da una seconda, in modo da permettere una autoregolazione che garantisca appunto l’equilibrio minato da eventi sfavorevoli. 

Il concetto di resilienza adottato nel campo delle scienze ambientali ha anche un significato importante nel contesto umano, che rappresenta la capacità di affrontare e sovrapporsi a delle situazioni avverse, che possono rappresentare degli eventi traumatici. 

Parlare di “resilienza” sia in un contesto umano che ambientale ha dei significati simili, in quanto rappresenta l’idea di cambiamento, recupero e ricerca della stabilità; trasmettendo l’idea che anche gli ambienti naturali, gli ecosistemi e gli agroecosistemi si comportano come un grande “organismo” capace di mutare, trasformarsi ed evolvere. 

bottom of page